12
Mag

Il tuo sito è il più sicuro? Non importa se non presti attenzione ai Social

Nonostante faccia tutt'altro lavoro, spesso e volentieri partecipo a eventi o corsi di formazione sul tema dei Social Network e, grazie ad un corso di Unisef di qualche giorno fa, ho imparato tra tutte una cosa che ora vi racconto. truffa-facebook

Una grossa azienda con oltre 1000 dipendenti, l’anno scorso ha indetto un concorso chiedendo ai partecipanti di “bucare” il loro sito per testarne la sicurezza dagli attacchi degli hacker. Il sito era veramente ben fatto, l’azienda aveva investito veramente una somma ingente di denaro per proteggere i suoi preziosi dati.


Tanti partecipanti provarono e riprovarono ad hackerare il suo sito senza riuscirci, tutti tranne un ragazzo (che chiameremo Mario) il quale adottò una strategia differente. Mario creò un fake, un profilo falso in Facebook, dichiarando come posto di lavoro l’azienda mandante del concorso; aveva infatti immaginato che non tutti i 1000 dipendenti si conoscessero fra loro. Aggiunse un po’ di foto fittizie, alcune prese dai profili aperti di altri dipendenti raffiguranti alcuni di loro, e successivamente iniziò a chiedere amicizie a molti suoi nuovi “colleghi”. Vedendo foto di persone che conoscevano e vedendo che lavoravano per la stessa azienda, con superficialità molti accettarono e così la sua credibilità aumentava sempre più. Dopo pochi giorni molti dipendenti avevano concesso l’amicizia a Mario, tanto che venne invitato a far parte del gruppo segreto Facebook dei dipendenti di quella azienda: ormai era uno di loro. Le amicizie in comune aumentavano di giorno in giorno fino a quando scrisse nel gruppo segreto di avere problemi con le password della rete VPN e chiese aiuto ai colleghi: alcuni di loro ingenuamente abboccarono, tra cui anche un manager dell’azienda ed è in questo frangente che Mario è riuscito a entrare in possesso delle password della rete.

Il giorno successivo Mario si presentò a riscuotere il premio. I responsabili dell'azienda stupefatti gli chiesero in che modo ci fosse riuscito e se aveva dei suggerimenti da dargli. Mario, sorridendo, gli disse semplicemente che investire milioni per rendere un sito sicuro senza spendere nulla nella la formazione sul corretto utilizzo dei Social nei confronti dei propri dipendenti equivaleva a buttare quei soldi.

 

Comments

  1. umbertomacchi ha detto:

    L'ha ribloggato su umbertomacchie ha commentato:
    post molto interessante... che ne pensi?

  2. Andrea Callari ha detto:

    L'ha ribloggato su SPAZIO FUTUROe ha commentato:
    La sicurezza inizia dalla formazione! molto utile

  3. Fabiola Garrubba ha detto:

    Suggerimento molto efficace... Bisogna prestare la massima attenzione ai social network in quanto estremamente importanti visto il numero crescente di iscritti. Le aziende devono puntare sulla formazione "social" dei propri dipendenti, per essere in grado di comunicare con i propri clienti sempre più digitalizzati ed informati, in modo da evitare spiacevoli inconvenienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top