26
Ott

Il mercato obbligazionario è cambiato: fatti trovare pronto

mercato obbligazionarioIl mercato obbligazionario, così come l'abbiamo conosciuto negli ultimi trent'anni, è definitivamente morto.

 

Se pensi di investire nel mercato obbligazionario come hai fatto in passato e di ottenere gli stessi risultati ottenuti fino ad oggi, ti stai sbagliando di grosso. Questo perché l'essere umano tende a ragionare per tangente: se è sempre stato così, sarà così anche in futuro!

Questo è il più grosso problema per il risparmiatore italiano da qui e per i prossimi anni, e se anche tu hai pensato questo o non sai come comportarti con i tuoi risparmi, è meglio se continui a leggere questo articolo.

Il reddito fisso non esiste più.

Occorre accettare questa realtà! Titoli di stato e obbligazioni non renderanno più come fatto finora, lo dice anche il guru della finanza:

Siamo passati da un'epoca di rendimento senza rischio ad un'epoca di rischio senza rendimento! (Warren Buffet)

Ma vediamo di buttare giù alcune idee che devono essere ben chiare.

  1. Un'obbligazione oggi non ha rendimento se non espone ad un rischio di credito
  2. Dovrebbe essere vietato acquistare un'obbligazione singola 
  3. Le obbligazioni oggi si comprano solo attraverso i fondi comuni di investimento
  4. I fondi obbligazionari hanno un rendimento positivo in un orizzonte temporale definito

Se non hai chiaro questi punti, rischi di avere le stesse aspettative di guadagno degli ultimi 30 anni, ma che ahimè non verranno mantenute, creando insoddisfazione e sfiducia.

In questo articolo spiegavo come si comporta il mercato obbligazionario al variare dei tassi di interesse. E' importante saperlo perché il suo comportamento è una legge matematica, per cui certa.

Fatta questa premessa, come possiamo vedere dalla tabella qui sotto, i tassi di interesse dei titoli obbligazionari emessi dai principali stati sono ai minimi storici, molti dei quali addirittura negativi.

rendimento titoli di stato

Ciò significa che quando i tassi si rialzeranno, per il principio di funzionamento del mercato obbligazionario spiegato nell'altro articolo, il prezzo dei titoli calerà.

D'un tratto i risparmiatori che da una vita stanno portando a casa buoni risultati senza rischi, inizieranno a subire la volatilità che nel mercato obbligazionario da troppo tempo non si manifestava, creando paura e concretizzando perdite nei loro portafogli.

diperazione

 

Cosa puoi fare per difenderti da questo? Come puoi evitare il concretizzarsi di perdite certe?

Ti faccio un esempio molto "grezzo" per capire.

Supponiamo che un fondo obbligazionario abbia come duration 4 anni e un rendimento a scadenza del 4%: in 4 anni arriverò a 116 e il suo grafico si presenterebbe così.

grafico1

Quello che è meno ovvio alla maggior parte dei risparmiatori è che, nell'arco della sua durata, il fondo obbligazionario non cresce con un andamento lineare (vedi linea rossa sopra), ma con andamento caratterizzato dalla volatilità (vedi linea blu sotto).

grafico2

Proprio il grafico sotto, ti fa capire che se i tassi delle nuove obbligazioni si alzano dal 4% al 5%, cioè i rendimenti sono maggiori, il prezzo delle obbligazioni che hai già in portafoglio scende a 96, perché "meno pregiate" di quelle nuove.

grafico3

Il deprezzamento del tuo portafoglio obbligazionario è quello che succederà da qui a breve. E questo porterà moltissimi risparmiatori come te inconsapevoli del funzionamento dello strumento, a rivendere sul mercato il fondo con delle grosse perdite.

E la domanda poi sarà: sarà stata colpa del fondo che non ha performato? Sarà stata colpa del risparmiatore "ignorante"? O sarà stata colpa della banca che gli ha consigliato il fondo?

Ricordati che

il mercato è il luogo dove domanda e offerta si incontrano: per ogni persona che vende, ci dev'essere necessariamente una persona che acquista, altrimenti il mercato stesso non esisterebbe!

Dunque secondo te, chi compra nel momento in cui tanti vendono perché stanno perdendo, è pazzo o sa come funziona il mercato obbligazionario?

Se vuoi sapere cosa succederà ai tuoi risparmi o vuoi un mio consiglio compila questo form di contatto. Ti risponderò a brevissimo.

 

Comments

  1. Carlo Nebbioli ha detto:

    Complimenti Marco,
    ho letto questo tuo e mi è piaciuto tantissimo soprattutto per la semplicità con cui vengono spiegati passaggi a volte complessi.
    Complimenti ancora,

    Carlo Nebbioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top